Carta di MèTIS

CARTA DI METIS

MèTIS EUROPE, in conformità con il proprio statuto, emette questa Carta il cui obiettivo è identificare i propri valori politici, filosofici ed etici e definirne i riferimenti deontologici.

Rafforzando le linee di convergenza tra associazioni, federazioni, fondazioni, cooperative, questa Carta impegna gli aderenti a promuovere i valori e gli orientamenti dell’associazione MèTIS EUROPE presso gli utenti interessati, i propri genitori, le proprie famiglie o il loro ambiente e presso tutte le istituzioni amministrative e politiche, nazionali ed europee così come definite al titolo III dello statuto di MèTIS EUROPE.

Articolo 1

La presente Carta si applica a tutte le associazioni, federazioni, fondazioni, cooperative associate all’Associazione “MèTIS EUROPE”.

Articolo 2

L’intervento di MèTIS EUROPE rientra nel lavoro di rete con associazioni, federazioni, fondazioni, cooperative… le quali perseguono un’azione federativa presso istituzioni, servizi e collettività, a favore di bambini, adolescenti e giovani adulti con difficoltà psichiche, psicologiche e sociali la cui espressione, soprattutto l’intensità dei disturbi comportamentali e le difficoltà relazionali, perturba gravemente la socializzazione e l’accesso all’apprendimento e alla cittadinanza.

Questi bambini, adolescenti o giovani adulti si trovano, di fatto, nonostante potenzialità intellettive e cognitive protette, impegnati in un processo preoccupante (potenzialmente invalidante) che necessita il ricorso a prestazioni congiunte: terapeutiche, educative, pedagogiche, sociali e giuridiche.

Articolo 3

Lo spazio europeo, fonte di diversità, di culture, di saper essere, di saper fare e di conoscenze multiple e singolari permette a MèTIS Europe di elaborare un pensiero comune e modi di risposta diversificati.

Articolo 4

L’intervento considera il bambino, l’adolescente e il giovane adulto come persona, nella sua interezza e nella sua unicità, mantenendo un ruolo centrale nell’accesso alla sua storia, nell’orientare la sua relazione verso se stesso e gli altri e nel tentativo di prendere coscienza di questa relazione. L’intervento non si limita a ridurre gli svantaggi, ma sostiene la strutturazione della personalità e l’accesso all’autonomia della persona in una prospettiva d’inclusione sociale.

Articolo 5

La persona partecipa necessariamente all’elaborazione del processo d’accompagnamento, avente come finalità un progetto costruito insieme ai soggetti coinvolti nell’intervento.

Articolo 6

MèTIS EUROPE sostiene l’adesione delle associazioni di famigliari per il raggiungimento dei propri fini. Considera la famiglia quale risorsa e partner da coinvolgere e valorizzare, con la sua storia e la sua cultura, nei progetti che riguardano il bambino.

Articolo 7

MèTIS EUROPE iscrive il procedimento di evoluzione della persona in una dinamica che include un lavoro interdisciplinare di rete. Ciò implica l’incrocio dei settori sanitari, psicopatologici, educativi, pedagogici, sociali e giuridici, nell’ottica della cura alla persona.

Articolo 8

Al fine di rispettare i diritti alla vita della persona, MèTIS EUROPE s’impegna a difendere le regole di confidenzialità e il segreto professionale.

Articolo 9

Le associazioni che aderiscono a MèTIS EUROPE, in conformità all’articolo 3 dello statuto, si impegnano a incoraggiare i propri servizi e le istituzioni associate a sostenere psicologicamente e tecnicamente, individualmente o collettivamente, il proprio personale. La valorizzazione degli operatori concorre alla qualità degli interventi.

Parigi, 31 marzo 2006

Per l’Assemblea Generale

Il Presidente Lionel DENIAU

Lien Permanent pour cet article : http://www.metis-europe.eu/carta-di-metis/